mercoledì 28 dicembre 2016

Cara mamma… Fiocco Rosa in arrivo!


Cara mamma,
per lungo tempo mi è sembrato solo un desiderio irrealizzabile, ma, adesso che sogno e realtà sono sempre più vicini, posso dirlo sorridendo: un Fiocco Rosa è in arrivo e io non mi sono mai sentita più figlia di ora che sto per diventare madre.
Si può scegliere di non essere madri, ma non si smette mai di essere figlie: un’ovvietà che si scopre solo col passare degli anni, quando, gelose della nostra identità tanto faticosamente costruita, ci confrontiamo con la vita, intensa e imprevedibile.
Le mamme hanno uno speciale sesto senso quando si tratta di figlie. Certo, ognuna ha la propria personalità: alcune sanno fare le torte più soffici al mondo, altre redigere i bilanci di grandi aziende, poche, fortunatamente, entrambe le cose! Ma tutte, quando danno un consiglio alle proprie figlie, difficilmente sbagliano. Spesso noi figlie ce ne accorgiamo immediatamente e ci lasciamo guidare, ma altrettanto frequentemente ce ne rendiamo conto dopo settimane, mesi, anni e commettiamo errori, proprio come hanno fatto le nostre mamme prima di noi: ammaccate, ma mai alle corde.
Già lo immagino e mi fa sorridere: tua nipote vorrà assomigliarti tanto quanto non ho voluto assomigliarti io in tutti questi anni e spero che resteremo il più a lungo possibile tre generazioni di donne a confronto, che continuano a crescere insieme, in vortici destinati a ripetersi anche in un Mondo di spazi immensi, che ci allontana sempre più.
Me lo hai detto pochi giorni fa, stupendomi come fai ogni giorno: “Quando ti metti in testa una cosa, è impossibile farti cambiare idea, Ale, ma solo io so bene che, sotto quello strato di pietra sei fatta di zucchero!”. E hai aggiunto: “Proprio come tuo padre…”.
Grazie…
Con amore,
Tua Figlia, Alessandra.


Grazie a tutte le lettrici e a tutti i lettori e a presto, con nuove imperdibili storie e sorprese!

Nessun commento:

Posta un commento